Il Paese di Monica

7 marzo 2015

Sono libero ed incosciente quindi posso serenamente fare come mi pare.

"Io so inventare, so improvvisare, senza regole ne strutture, faccio come mi pare"



Sarà. "Sono libero ed è per quello che sono perso." Frase firmata da Franz Kafka. Quante volte lottiamo per essere liberi di certe cose che sentiamo ci imprigionano: luoghi comuni, situazioni familiari, cose che ci vengono imposte... La lotta interna ci fa esaurire. Bisogna essere forti per affrontarla, vincere e andare avanti. Siamo tutti forti, c'è a chi la lotta dura poco e a chi invece dei giorni, dei mesi, degli anni, finché arriverà una mattina in cui dopo esserci alzati, ci sentiranno più leggeri. Il caos sarà già passato.


"Come mi pare" è il terzo singolo estratto da "Il Padrone della Festa", l'album in cui Niccolò Fabi, Daniele Silvestri e Max Gazzé ci regalano dei brani stupendi. I tre cantautori romani 

"'Come mi pare' è uno dei brani più energici dell’album; intessuto di elettronica e ironia, alterna le ragioni del genio a quelle della sregolatezza, reclama disciplina e rigore a cui fa da contraltare il diritto alla libertà scevra da vincoli." 



Bel testo quello di FabiSilvestriGazzè, tante cose da imparare:

"Chi vuole scrivere impari prima a leggere
chi vuole suonare prima deve imparare ad ascoltare
chi vuole ridere impari prima a piangere
chi vuol capire prima deve riuscire a domandare
chi vuole vincere impari prima a perdere
chi vuol tenere prima deve sapere cosa lasciare, 
chi vuole insistere impari prima a cedere, 
chi vuole amare prima deve imparare a rinunciare."