Il Paese di Monica

23 ottobre 2012

Il presente che va avanti ma mirando il passato...



una mente predisposta per andare lontano, la voglia di cambiare che non trova la pace... I nostri anni, i nostri passi avanti, i nostri sogni sempre troppo distanti.


"I Nostri Anni", è il nuovo singolo degli Stadio, che anticipa l'uscita il prossimo 30 ottobre del nuovo album "30 I Nostri Anni".

Ne "I Nostri Anni", in rotazione in tutte le radio italiane dallo scorso 12 ottobre, si ascolta al cantautore romano Fabrizio Moro che ha anche collaborato nella scrittura del brano. 


Oltre ai diciassette grandi successi presi dal concerto con l’orchestra sinfonica, il CD conterrà  tre inediti, tra cui "I nostri anni" e un altro che è stato scritto insieme a Luca Carboni.

Gaetano Curreri, il cantante degli Stadio, dice che “'I Nostri Anni' è il regalo che ci siamo voluti fare per la festa dei trent’anni. Credo che sia un’altra canzone generazionale, così come lo sono state “Chiedi chi erano i Beatles” e “Equilibrio instabile” in periodi diversi della nostra storia…".


"Gli Stadio sono Gaetano Curreri, Andrea Fornili, Roberto Drovandi e Giovanni Pezzoli

Produttore e autore è Saverio Grandi, che ha scritto con Curreri i più grandi "successi" della band.
Le canzoni degli Stadio sono, finalmente, dopo “anni di indagini”, un "caso risolto" nella musica italiana: il loro è "pop-rock d'autore", sono l'unica band italiana che riesce a coniugare il "pop-rock" con la grande musica d'autore, e sono un unico, stimato "laboratorio" di canzoni di successo per sé e per altri.
Il linguaggio della canzone si evolve continuamente e gli Stadio hanno un “pubblico generazionale” grazie alla loro duttilità musicale e alla versatilità della penna d'autore che firma con loro splendide canzoni."


Fonti: