Il Paese di Monica

8 luglio 2012

Se (il mondo) fosse sordo non saprebbe quanto fa la musica...


a volte una canzone salva delle persone...






"Invidio ai sordi la capacità di ascoltare con il cuore ma,
invidio ai ciechi la capacità di guardare sempre un po’ più in là 
invidio ai muti la capacità di dire tutto con uno sguardo 
Io che ho tutto al mio posto, invece, non vedo, non sento, non dico altro!"


"Se il mondo fosse" è il singolo scritto da Emis Killa, Marracash, J-Ax e Club Dogo con l'unico scopo di ricavare dei soldi per il progetto "Adotta una scuola" per la ricostruzione dell'Istituto Superiore Galileo Galilei di Mirandola, in provincia di Modena.

Lo scorso 30 giugno i rapper hanno cantato  dal vivo il brano  sul palco degli Mtv Days a Piazza Castello, Torino.



«Anche i rapper hanno un cuore? – scherza Emis Killa nell’intervista a La Repubblica – Direi di sì, ma questo era ovvio. Spesso veniamo percepiti come la parte marcia della società per i nostri atteggiamenti e per il linguaggio scurrile che a volte inseriamo nei testi, ma in realtà siamo tutti dei bravi ragazzi. Il problema è che magari venendo dalle case popolari o, come si dice in questi casi, dalla strada, a volte abbiamo atteggiamenti un po’ sopra le righe. Spero che grazie a questa iniziativa qualcuno riesca a capirci meglio».

"L’idea del progetto è proprio sua: «L’idea che sta dietro a Se il mondo fosse è nata leggendo le centinaia di commenti al terremoto su Twitter e Facebook: notando che tutti erano solidali a parole, ma nessuno muoveva un dito, ho pensato a cosa potevo fare concretamente. Non sono miliardario e non posso staccare un assegno da ventimila euro come se nulla fosse, quindi ho deciso di fare quello che mi riesce meglio: scrivere un pezzo»."
"Il brano non ha come soggetto il terremoto, perché esprime il concetto fondamentale della superficialità come unica espressione della nostra società."



È la prima volta che questo tipo d'iniziativa esce dal rap. Il singolo, prodotto da Big Fish, è in vendita su iTunes. 


Cliccate qui per scaricarlo!!


Per chiunque volesse aiutare nella ricostruzione dell'Istituto Galilei di Mirandola con una donazione aggiuntiva può farlo anche attraverso il conto corrente dedicato:
Conto Corrente Bancario Cassa Risparmio di Firenze: IBAN IT59H0616066850000470000C01 - con causale EMERGENZA TERREMOTO
Conto Corrente Postale n° 16202418 - con causale EMERGENZA TERREMOTO