Il Paese di Monica

13 febbraio 2016

Serata finale al Festival

Il Festival di Sanremo per me è sempre qualcosa di speciale. Non solo perché sono una fan di tutta la Musica Italiana, ma anche perché condividevo questa passione del Festival insieme a mio padre. Con lui esprimevamo i nostri giudizi e scommettevamo sui possibili vincitori.
Il prossimo 22 febbraio saranno già 4 anni che non sei accanto a me, però sarai sempre al mio fianco, nei miei pensieri e nel mio cuore dovunque io sia, dovunque tu sia.
Papi, come ogni anno, questo post è dedicato a te. Mi manchi.




A luglio dell'anno scorso sono arrivata per la prima volta a Sanremo. Ale - il  mio stregone che sta facendo diventare realtà i miei sogni - mi ha fatto vedere per la prima volta l'Ariston. Un giretto sotto il sole della città dei fiori e scoprire quanto è piccolina ma quanto è bella.


Lunedì scorso, invece, ho visto per la prima volta trentasei artisti della musica che amo insieme. Il mio "fortune-telling" mi ha portata a vedere la sfilata dei BIG davanti all'Ariston. 

Ogni anno la vedevo in TV. Peccato che nessuno (né la RAI, né il Comune di Sanremo e nemmeno il Teatro Ariston) sapeva dirmi quando si sarebbe svolta questo evento che è una tradizione del Festival. Per fortuna il giornale online "sanremonews.it" ha risposto alla mia domanda. E così li ho visti:


Secondo me...
01 - Francesca Michielin - "Nessun grado di separazione". Piccolina ma con la grinta e l'esperienza da una star. Canzone orecchiabile. Brano da festival. Chissà se ci sorprende.

02 - Alessio Bernabei - "Noi siamo infinito". Testo scritto da Roberto Casalino e già quello è tanto. Ritmo dance, fresco, sarà un successo nelle radio italiane però non basta per vincere il Festival. 

03 - Clementino - "Quando sono lontano". Proprio durante l'intervallo della partita che la Juve gioca contro il capolista, il Napoli, la sua squadra, canta il rapper napoletano. Un pezzo che commuove e che ben potrebbe aggiudicarsi il primo premio ma purtroppo la mentalità italiana della gara canora ancora non è pronta per quello. Mi sbaglio? Magari.

04 - Patty Pravo - "Cieli immensi". Una diva della musica italiana che attira il pubblico con la sola presenza anche se la sua voce non è quella di una volta. Questo è un brano vincitore. 

05 - Lorenzo Fragola - "Infinite volte". Alla sfilata aveva chiesto il supporto ai suoi fans adolescenti. Nonostante i suoi 20 anni e la faccetta da bambino, riempie il palcoscenico dell'Ariston con la sua professionalità. Aiutato dal televoto delle ragazzine, ce la farà a vincere?

06 - Noemi - "La borsa di una donna". Pezzo firmato da Marco Masini ma cantata allo stile "Noemi". Il titolo, a mio parere, rovina tutto. La sua performance è sempre superba.

07 - Elio e le Storie Tese - "Vincere l'odio". Loro puntavano all'ultimo posto... Beh, potrebbero posizionarsi al 16simo. Un pezzo di quelli che abbiamo cantato da bambini in cui un brano inizia con la fine di quello prima. Loro presentano sempre delle cose strane como la "Canzone monotona" del 2013. Cercano di stupire il pubblico, oggi in versione "Kiss". Ci riescono e credo loro siano già soddisfatti. 

08 - Arisa - "Guardando il cielo". Lei è una delle nuove regine del Festival. Serietà, esperienza, sa sempre cosa presentare al Festival. Fedele sempre al suo stile.  Mi pare che non vincerà, ormai a me risulta noiosa. 

09 - Stadio - "Un giorno mi dirai". Favoriti sin dalla prima serata, hanno vinto la gara delle cover con un brano di Lucio Dalla. Il loro pezzo "racconta il sentimento tra padre e figlia e le rinunce che si fanno per amore". Applausi e applausi del pubblico. Questo mi fa venire mente quello che è successo al Festival del 2011 in cui Roberto Vecchioni vinse con "Chiamami ancora amore".

10 - Annalisa- "Il Diluvio Universale". Presenta un suo brano e lo difende davanti a tutti. Raffinata. Mi piace.

11 - Rocco Hunt - "Wake up". Un altro rap sul palco. Il vincitore delle Nuove Proposte del Festival del 2014 porta freschezza, giovinezza e fa ballare. Percorre e colpisce la platea. Pollice in su.

12 - Dolcenera - "Ora o mai più (Le cose cambiano)". La sua voce potente e unica che da a ogni suo brano quell' X Factor che fa venire la pelle d'oca. Anche lei è stata una vincitrice delle Nuove Proposte nel lontano 2003.

13 - Enrico Ruggeri - "Il Primo Amore non si scorda mai". Decima partecipazione al Festival come interprete (ha vinto nell' 87 insieme a Umberto Tozzi e Gianni Morandi con "Si può dare di più" e in 1993 con "Mistero"), propone un brano rock, orecchiabile. A me piace.

14 - Giovanni Caccamo e Deborah Iurato - "Via da qui". Bel duetto, grandi voci, testo firmato da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, ma niente di speciale secondo me.

15 - Valerio Scanu - "Finalmente piove". Il testo è di Fabrizio Moro e il videomessaggio che il cantautore romano gli ha inviato prima della performance ha fatto commuovere Valerio. Così il campione di Sanremo 2010 si esibisce con gli occhi pieni di lacrime. Bellissimo pezzo.
.
Il ripescato:

16 - Irene Fornaciari - "Blu". 'E stata ripescata. A mio parere il pezzo di Neffa dovrebbe aver preso il suo posto. E con quello ho detto tutto.

Le canzoni eliminate sono state: 

"Semplicemente" dei Bluvertigo
"Sogni e nostalgia" di Neffa
"Di me e di te" degli Zero Assoluto
"Mezzo respiro" dei Dear Jack

Le mie previsioni...


Sul podio

Patty Pravo - "Cieli immensi
Stadio - "Un giorno mi dirai"
Lorenzo Fragola - "Infinite volte"

Ma mi sono anche piaciute:

Francesca Michielin - "Nessun grado di separazione".
Clementino - "Quando sono lontano"
Enrico Ruggeri - "Il Primo Amore non si scorda mai"
Annalisa- "Il Diluvio Universale"
Valerio Scanu - "Finalmente piove"


Aspettiamo il verdetto... A tra poco!!




PS: Grazie amore!