Il Paese di Monica

11 dicembre 2013

Sono un ragazzo inadeguato, un po' fuori posto, un po' sbagliato...

Non sono mai cambiato, però tutto sommato, è il mondo che è un po’ complicato.


"Ragazzo inadeguato" è stato il secondo singolo estratto da MAX 20, l'ultimo album di Max Pezzali, uscito lo scorso 20 settembre.

Nel video, girato da Gaetano Morbioli, appaiono Paolo Ruffini, Frank Matano, Guglielmo Scilla, Luca Peracino e Andrea Pisani, i protagonisti del film “Fuga di cervelli”, film della quale la canzone è colonna sonora.


"I cowboy non mollano mai - La mia storia" è un'autobiografia del cantautore che è stato pubblicato il 10 ottobre 2013.



La recensione:
"Certe vite sembrano fatte per essere normali. Max, per esempio, nasce a Pavia da una famiglia di piccoli commercianti, sempre impegnati a far tornare i conti nel loro negozio di fiori. Nascosto dietro spessi occhiali da vista, odia ogni tipo di sport e passa il tempo in soffitta a montare e smontare modellini di aeroplani, sognando i cowboy e immaginando invasioni di eserciti immensi. Crescendo, si tiene alla larga dalla Pavia dei circoli di canottaggio e dei golfini portati sulle spalle, frequenta un gruppo di ragazzi punk, ascolta l’heavy metal, i Sex Pistols, la new wave, Springsteen. Il suo compagno di banco si chiama Mauro, anche se tutti lo chiamano Flash. Max e Mauro hanno una cosa in comune: vogliono scappare da lì, dai pregiudizi della gente e de lla loro città tronfia e paninara. E così decidono di fare musica, per costruire qualcosa che li rappresenti davvero. I cowboy non mollano mai è la storia di Max Pezzali: la famiglia, gli amici e i nemici a scuola, l’incontro con il rap. La prima comitiva, le serate al bar e quelle trascorse in cantina con Mauro, a scrivere canzoni e a sognare l’America. E poi il successo improvviso e l’epoca d’oro degli 883, l’esperienza alla Croce Rossa, le Harley, le donne, le piccole sfide quotidiane e i grandi viaggi che ti insegnano a capire il mondo. E infine la carriera solista, le tournée nei palazzetti e i rapporti non sempre facili con la critica. E un figlio, da crescere e a cui raccontare tante storie fantastiche. Certe vite sembrano fatte per essere normali.
Poi succede qualcosa di straordinario, e diventano l’eccezione che conferma la regola."