Il Paese di Monica

9 gennaio 2011

L'amore è là dove sei pronto a soffrire...

"Che tu sia figlio di un re o capo di stato,
che tu sia buono come il pane, o brutto e maleducato,
che tu sia pazzo o normale, gatto oppure cane,
guardia o ladro, non importa se sei fatto o ubriaco,
puoi chiamarti dottore, puoi chiamarti scienziato,
puoi chiamarti ufficiale, puoi chiamarti soldato,
puoi persino morire:
comunque l'amore è là dove sei pronto a soffrire,
lasciando ogni cosa al suo posto
e partire..."

Figlio di un re è un brano semplicissimo che sintetizza che siamo tutti uguali di fronte all'amore.  La versione originale dura sette minuti.


Qualcosa su Cesare Cremonini...
I Queen lo allontanarono dai concerti di musica classica che teneva all'età di 12 anni.
Nel 1999, con i Lunapop e il brano Vespa 50 special, arrivò il successo.
Tre anni dopo provò fortuna nel mondo del cinema: insieme a Martina Stella protagonizzò il film "Un amore perfetto" da Rita Rusic che però fu un fiasco.



Cesare inizia la sua carriera da solista nel 2002 con l'album Bagus - il cui significato in indonesiano è "tutto ciò che è positivo, gradevole, piacevole e bello".

Nel 2008 pubblica Il primo bacio sulla Luna, il suo terzo disco da solista, scritto e arrangiato interamente da lui con l'aiuto di Ballo (collega dai tempi dei Lunapop), del produttore Walter Mameli e dell'ingegnere del suono Steve Orchard.

Figlio di un re è stato il terzo singolo estratto di questo album.