Il Paese di Monica

19 giugno 2013

E Battiato cantò a Buenos Aires!

"E ti vengo a cercare anche solo per vederti o parlare perché ho bisogno della tua presenza per capire meglio la mia essenza"

Vedere dal vivo un CANTANTAUTORE italiano a Buenos Aires non è una cosa che accada ogni giorno.
Per fortuna l'Istituto Italiano di Cultura, il Consolato Generale e l'Ambasciata d'Italia insieme al Ministero di Cultura della Città di Buenos Aires, hanno creato quest' "Estate Italiana" proprio nell'inverno argentino e un po' di sole europeo (un po' strano dopo tanta pioggia primaverile) è stato portato dal grande artista siciliano.

Una serata "porteña" fredda all'italiana. All'ingresso e già dentro l'Usina, si sentiva parlare la lingua del Dante. Un viaggio diretto in Italia senza tappe, a occhi chiusi e "orecchie aperte".



All'inizio Battiato fece le canzoni del nuovo album "Apriti Sesamo" in spagnolo e quando tutti iniziammo ad urlare "IN ITALIANO, IN ITALIANO", con il suo semplice "DOPO" ci fidammo e aspettammo.

Franco leggeva da un piccolo schermo tutti i suoi testi in spagnolo (quando era venuto Baglioni nel 2010 aveva fatto lo stesso anche se poi aveva cantato tutto in italiano a grande richiesta del pubblico).

Fece la prima parte del concerto seduto, in mezzo al palco e davanti all'orchestra, e gli ultimi 45 minuti in piedi con una doppia chiusura: dopo la falsa fine con "Voglio vederti danzare", tornò sul palco e fece ballare la folla - il Console Generale piazzatto in prima fila incluso - con "Cuccurucucù" e "Centro di Gravità permanente".

Ho sentito che Jovanotti viene a settembre!! Eros ad ottobre... Ma Eros canterà in spagnolo. Lorenzo ti aspettiamo a braccia aperte!!!


La scaletta del concerto di all'Usina (Sabato 8 giugno 2013 - 20.30)

 1- Un irresistible reclamo (spagnolo)
 2- Testamento (spagnolo)
 3- Passacaglia (spagnolo)
 4- El polvo del rebaño (spagnolo)
 5- Pliégate junco (spagnolo)
 6- L'ombra della luce (italiano)
 7- Le sacre sinfonie del tempo (italiano)
 8- Lode all'inviolato (italiano)
 9- Prospettiva Nevski (italiano)
10- Povera Patria (italiano)
11- Gli uccelli (italiano)
12- Nómadas (spagnolo)
13- Caffé De La Paix (italiano)
14- La estación de los amores (spagnolo)
15- La cura (spagnolo)
16- Veni l'Autunnu (siciliano)
17- E ti vengo a cercare (italiano)
18- I treni di Tozeur (italiano)
19- Bandiera bianca (italiano)
20- Cinghiale bianco (italiano)
21- Voglio vederti danzare (italiano)

Strepitoso finale in italiano:

1- L'animale (il testo è di Battiato ma la canta un'altra siciliana, la "cantantessa" Carmen Consoli)
2- Cuccurucucù
3- Centro di Gravità permanente




Mariel ci racconta:
"Il concerto......che ti posso dire? AFFASCINANTE! e personalmente molto di più, sono andata perché mi era stato fatto l'invito dal Consolato, e per fare un piacere agli amici ed avere l'occasione di trovarli, ti devo dire che mi ha colpito positivamente! Lui è bravissimo, ma quello che conta veramente è l'atmosfera che è riuscito a creare! SEMPLICEMENTE FANTASTICO!! tutti lì a cantare e ballare, alla fine è esploso tutto! STUPENDO!!
É bellissimo poter dimostrare a qualche artista italiano quanto amiamo il suo arte